La rivista Scienze Regionali, quadrimestrale, nasce nel 2001 come strumento di dibattito scientifico promosso dall’AISRe, l’Associazione Italiana di Scienze Regionali dopo vent’anni dalla sua costituzione.

Numerosi fattori hanno portato negli ultimi anni ad attribuire allo spazio e al territorio un ruolo diverso e più complesso: tra questi i modelli “reticolari” di organizzazione di impresa e di divisione internazionale del lavoro; gli approcci concertativi alla pianificazione economico-territoriali; i cambiamenti istituzionali e la loro evoluzione verso forme di sussidiarietà verticale e orizzontale e di ridefinizione dei compiti dei soggetti pubblici e privati; il ripensamento al tema dello sviluppo in termini di sostenibilità.

Proprio a partire da questa complessità nasce l'approccio multidisciplinare della rivista che ha come focus l’analisi del territorio, la sua organizzazione spaziale, economica, sociale, culturale, politica, fisica. In definitiva, le azioni che trasformano lo spazio in territorio: la relazione dinamica tra dimensione fisica e dimensione sociale.

Si sono sempre occupate di territorio discipline come l’architettura, la pianificazione urbana e la geografia, l’antropologia e l’ecologia, ciascuna dalla propria prospettiva, mentre altre discipline, come l’economia e la sociologia, hanno più di recente riconosciuto la necessità di segmentare spazialmente i sistemi relazionali, di identificare i “territori” e i caratteri dei processi sociali ed economici che ad essi si associano.

La rivista pubblica, in italiano e in inglese, contributi originali teorici, metodologici ed empirici, sui temi indicati e più in generale lavori nel campo delle scienze sociali applicate al territorio. La rivista è aperta e promuove, tra l'altro, la collaborazione di studiosi di altri paesi che, attraverso articoli ed interventi sui temi delle Scienze Regionali, intendano contribuire al dibattito scientifico.

La rivista è accreditata tra le riviste del Journal Economic Literature (JEL) e di SCOPUS, e prevede una procedura di referaggio dei lavori.

 

Per ulteriori informazioni si rimanda al sito della rivista: http://www.rivistasr.it